Page 1 of 2

Confessioni di una ninfomane che dice di essere stata anche con tipi brutti

Posted: 14 Jul 2019 14:30
by mychemicalromanceus
https://www.elle.com/it/emozioni/sesso/ ... imonianza/

Bulimica di sesso 7 uomini in un giorno
''Al primo sguardo una scopata'
''per gli uomini era una manna''
''belli, brutti, grassi, vecchi''

C'è speranza per i brutti se incrociano una ninfomane lungo la loro strada?

C'erano due miei amici che ebbero in stanza una ninfomane per motivi che non sto a spiegare. Questa andava con tutti (i belli) non so dirvi se fosse ninfomane oppure una tipa ''facile''...non conosco la linea di demarcazione fra le due cose.
Comunque prendeva cazzi con molta facilità, in un mese ne prendeva 5-6
Ebbene provocava (nuda in mutandine e reggiseno davanti a loro) ma non gliela diede.
Nutro sospetti che allo stesso modo delle lesbiche (che lo sono solo con i brutti), le ninfomani siano tali solo con i belli


Confessioni di una ninfomane: «Facevo sesso con 7 maschi al giorno e godevo nel buttarmi via»
La ninfomania è un disturbo compulsivo che nasce da una bassa stima di sé e da un profondo stato depressivo: chi ne soffre è come un giocatore che non riesce a fermarsi, ma si può uscirne, come racconta la protagonista di questa testimonianza


«Bastava uno sguardo. Mentre ero tra i banchi del supermercato. O al bar, bevendo un espresso. Anche aspettando l'autobus e quando facevo benzina sono riuscita a beccare un uomo e a farmi scopare. Subito. Lì, in un parcheggio, in macchina, su una panchina in un parco, oppure portandolo a casa mia, perché no? In una giornata sono arrivata a farmi sbattere – e sottolineo il verbo, perché quello non era fare l'amore – da sette maschi diversi. Giovani, belli, brutti, bianchi, neri, gentili, rudi, colti, rozzi: tutti avevano qualcosa che mi faceva scattare una voglia incontrollabile di fare sesso. Delle conseguenze non mi sono mai preoccupata. L'urgenza di averli sopra, sotto e dentro di me superava ogni ragionamento.

IL DESIDERIO ERA COME UN FUOCO CHE MI SPINGEVA VERSO DI LORO, VERSO L'ENNESIMA SCOPATA CHE QUASI SEMPRE MI LASCIAVA INSODDISFATTA
Ero come un giocatore che non riesce a fermarsi davanti a una slot machine, o che non può alzarsi dal tavolo verde e, anche se non vince mai, ritenta pensando che la volta buona arriverà e prima o poi gli pioverà la fortuna in tasca. Ecco com'ero: per me il miraggio della fortuna si chiamava orgasmo. Sono stata ninfomane. Anche se adesso si dice ipersessuale, il risultato non cambia. Mi sono rovinata la vita per anni. Un uomo mi guardava e volevo andarci a letto. E lo facevo, sempre. Che fossero sconosciuti, o che si dichiarassero amici, per me era chiaro che si approfittavano della situazione: tutti erano ben disposti a possedermi e io non vedevo l'ora che lo facessero.

image
GETTY IMAGES
La prima volta che ho fatto sesso è stato umiliante: non ne sapevo niente, ero vergine. Avevo 17 anni, lui 20. Non ha creduto che non l'avessi mai fatto: per lui, uomo del Sud arrogante e belloccio, ero solo una facilotta del Nord, una che per forza la sapeva lunga. Non c'è stato affetto, non ci sono stati preliminari, non c'è stato niente che potesse farmi desiderare di ripetere quell'esperienza fredda e inutile. Così, per capire se fossi normale oppure no, e soprattutto per capire se ci fosse qualcosa che in me non andava, ho iniziato ad andare con chi capitava. Bastava che un ragazzo o un uomo fosse gentile, magari che mi offrisse una bibita e chiacchierasse interessandosi a me, e ci andavo a letto. Poi, siccome non provavo niente, andavo con un altro. E poi con un altro, e con un altro ancora.

image
GETTY IMAGES
Ecco come è cominciata. Poco alla volta, senza rendermene conto, sono diventata insaziabile. Non perché provassi piacere, caso mai il contrario. Ho sviluppato un bisogno continuo di uomini, una vera e propria dipendenza: non scherzo, era davvero così. Come chi mangia in continuazione anche quando lo stomaco non ce la fa più. Poi ho scoperto la masturbazione e ho iniziato a provare orgasmi. Un po' alla volta sono diventata una maestra nel sesso, una bomba erotica. Ma quel fuoco che mi spingeva a cercare uomini uno dietro l'altro non si è spento e mi ha portata, per dieci anni, a vivere situazioni di degrado e a sottopormi a umiliazioni che ora vorrei dimenticare. Ma non è possibile.

SAPEVO CHE IL DISAMORE NEI CONFRONTI DI ME STESSA MI STAVA AVVELENANDO L'ANIMA, E MI STAVA FACENDO SCIVOLARE IN UN ABISSO
PUBBLICITÀ - CONTINUA A LEGGERE DI SEGUITO


Capivo di non essere normale. Ma non riuscivo a fermarmi, anche se molti degli uomini che incontravo volevano dominarmi, e tanti rapporti erano coercitivi perché questi maschi, appena captavano il mio bisogno di sesso, pretendevano che soddisfacessi tutti i loro desideri, anche i più bassi, volgari, violenti. Ho fatto di tutto. Ero come una prostituta, ma facevo tutto gratis: riuscite a immaginare che manna per un uomo? Fino a quando ho avuto paura. Ho capito che il degrado al quale ero arrivata poteva avere solo un finale tragico. Quando ho immaginato il titolo della mia morte con due righe in cronaca nera: "Giovane donna ammazzata a frustate dall'amante. Era ninfomane, anzi ipersessuale", sono andata in terapia.

image
GETTY IMAGES
È stata dura, ma ne sono uscita. Ho impiegato tre anni per smettere di disprezzarmi, e per non permettere più a nessuno di farlo. Ho scavato dentro di me, sono andata a fondo nei ricordi di famiglia. Per i miei genitori era la norma mascherare con una facciata di perbenismo ipocrita la realtà di una coppia rancorosa, dedita alla reciproca disistima, quando non alla violenza verbale. L'importante per mia madre e mio padre era che nessuno notasse nulla, ma quando i ricordi sono riaffiorati, ho capito perché la mia indole di bambina docile si sia a un certo punto modificata dando vita a un'altra me, che pensava di ribellarsi attraverso il sesso con chiunque.

LA TERAPIA MI HA SALVATA E MI HA DATO SUFFICIENTE AUTOSTIMA PER INCONTRARE UN UOMO. UN UOMO NORMALE, CHE NON VOLESSE FARE SESSO DOPO UN SECONDO
Poco alla volta, concedendomi e concedendogli del tempo per conoscerlo, mi sono innamorata. Gli ho raccontato tutto di me. È stato faticoso, ma Marco è un uomo intelligente e non mi ha giudicata. Anzi, ha capito quello che avevo vissuto, quanto avevo sofferto. Anche lui per molti anni aveva avuto una donna dietro l'altra, senza amore. Stiamo insieme da tre anni e oggi so che il sesso può essere qualcosa di meccanico e umiliante, oppure un momento di gioia pieno di emozioni, desiderio e fantasia. Il mio passato ora mi sembra davvero lontano.

(testimonianza di Marisa P. raccolta da Anna Tagliacarne)

La parola all'esperto
Cosa spinge una donna alla continua ricerca di sesso con chiunque? Ne parliamo con Nicola Ghezzani, psicologo e psicoterapeuta, autore tra l'altro di L'ombra di Narciso (Franco Angeli), in cui fornisce alcune risposte a questo tema. Come si chiama esattamente il disturbo: ninfomania o ipersessualità? E come ha inizio? «Ninfomania o sex addiction mi sembrano le definizioni più corrette. Il disturbo cela un fondo depressivo, una bassa autostima. Una donna che ne soffre cerca, attraverso l'eros, di sentirsi desiderata e maschera così la depressione, non volendola vedere. Pensa di avere un grande potere controllando tanti uomini: questa è la prima fase, quella narcisistica. Poi entra in campo invece anche la componente masochista». Può spiegarci meglio? «Quando subentra il masochismo, la sottomissione è completa. Non c'è più l'esaltazione sessuale che nasconde la depressione e la donna rischia di incontrare solo para-criminali che possono metterne a rischio l'incolumità». Da dove ha origine questo disturbo? «Nasce dall'odio per la propria femminilità. Viene da una cultura familiare che ha inculcato una fortissima disistima del femminile, trasmettendone un concetto distorto. Le donne che vanno in terapia per risolvere questo problema pensano di odiare gli uomini. In realtà, poi scoprono di odiare la donna che è in loro. Occorrono anni per disseppellire il femminile degradato e il disprezzo verso le donne che è radicato in loro».





Secondo me i tipi brutti di questa dovevano essere i 6

Re: Confessioni di una ninfomane che dice di essere stata anche con tipi brutti

Posted: 14 Jul 2019 14:32
by IlGentiluomoSupremo
Ciao brutton.

Re: Confessioni di una ninfomane che dice di essere stata anche con tipi brutti

Posted: 14 Jul 2019 14:36
by NoHairNoLife
IlGentiluomoSupremo wrote:
14 Jul 2019 14:32
Ciao brutton.
Stavo per scriverlo io :pepe:

Re: Confessioni di una ninfomane che dice di essere stata anche con tipi brutti

Posted: 14 Jul 2019 15:33
by wizard
mi risulta essere un doppio account di un tale godfellas19 già bannato, non so nemmeno chi cazzo sia.

Re: Confessioni di una ninfomane che dice di essere stata anche con tipi brutti

Posted: 14 Jul 2019 15:36
by Guru
wizard wrote:
14 Jul 2019 15:33
mi risulta essere un doppio account di un tale godfellas19 già bannato, non so nemmeno chi cazzo sia.
non si era rivelato essere brutton?

Re: Confessioni di una ninfomane che dice di essere stata anche con tipi brutti

Posted: 14 Jul 2019 15:39
by wizard
Guru wrote:
14 Jul 2019 15:36
wizard wrote:
14 Jul 2019 15:33
mi risulta essere un doppio account di un tale godfellas19 già bannato, non so nemmeno chi cazzo sia.
non si era rivelato essere brutton?
non ricordo

Re: Confessioni di una ninfomane che dice di essere stata anche con tipi brutti

Posted: 14 Jul 2019 15:40
by Varg
Ricordo anche io fosse brutton

Re: Confessioni di una ninfomane che dice di essere stata anche con tipi brutti

Posted: 14 Jul 2019 15:41
by Gomma Suprema
wizard wrote:
14 Jul 2019 15:33
mi risulta essere un doppio account di un tale godfellas19 già bannato, non so nemmeno chi cazzo sia.
ma a parte questo è chiaro che sia brutton dai discorsi che fa e da come li fa

Re: Confessioni di una ninfomane che dice di essere stata anche con tipi brutti

Posted: 14 Jul 2019 15:41
by Damned
sì era brutton. comunque ho bannato anche questo

Re: Confessioni di una ninfomane che dice di essere stata anche con tipi brutti

Posted: 14 Jul 2019 15:42
by wizard
Gomma Suprema wrote:
14 Jul 2019 15:41
wizard wrote:
14 Jul 2019 15:33
mi risulta essere un doppio account di un tale godfellas19 già bannato, non so nemmeno chi cazzo sia.
ma a parte questo è chiaro che sia brutton dai discorsi che fa e da come li fa
ti ricordo che non ho intelligenza sociale, posso solo basarmi sugli ip. Vabbè, comunque è già stato bannato

Re: Confessioni di una ninfomane che dice di essere stata anche con tipi brutti

Posted: 14 Jul 2019 15:48
by Gomma Suprema
wizard wrote:
14 Jul 2019 15:42
Gomma Suprema wrote:
14 Jul 2019 15:41

ma a parte questo è chiaro che sia brutton dai discorsi che fa e da come li fa
ti ricordo che non ho intelligenza sociale, posso solo basarmi sugli ip
il che equivale a dire che sei piuttosto autistico, non trovi? XD

Re: Confessioni di una ninfomane che dice di essere stata anche con tipi brutti

Posted: 14 Jul 2019 15:48
by L'Eremita
Al di là di Brutton o non Brutton, questa frase qua è agghiacciante:

La ninfomania è un disturbo compulsivo che nasce da una bassa stima di sé e da un profondo stato depressivo: chi ne soffre è come un giocatore che non riesce a fermarsi, ma si può uscirne, come racconta la protagonista di questa testimonianza.

Ovviamente solo le donne possono permettersi la ninfomania, gli uomini depressi invece possono solo attaccarsi ad una corda saponata...
Chi soffre veramente di depressione non riesce a fare più un cazzo, neanche alzarsi dal letto se non per ammazzarsi, e queste troie la usano come scusa per le loro scopate compulsive. Ma andate a fanculo, luride.

Re: Confessioni di una ninfomane che dice di essere stata anche con tipi brutti

Posted: 14 Jul 2019 15:49
by Guru
Gomma Suprema wrote:
14 Jul 2019 15:48
wizard wrote:
14 Jul 2019 15:42


ti ricordo che non ho intelligenza sociale, posso solo basarmi sugli ip
il che equivale a dire che sei piuttosto autistico, non trovi? XD
e non analitico

Re: Confessioni di una ninfomane che dice di essere stata anche con tipi brutti

Posted: 14 Jul 2019 16:06
by Sfarro
Ok, io ho la mia idea personale.

Nella vita grazie a un mio amico ho avuto due esperienza con due ninfomani, una 6.5 e una 4.5 ma con quest'ultima mi son tirato indietro, anche se ho assistito in parte alla scopata e scopano malissimo.

Sono praticamente disconnesse dalla situazione, potremmo dire frigide.
In pratica il loro scopo non è scopare, ma farselo mettere dentro, cosicché si sentano fortemente desiderate. Una volta dentro, finisce tutto il divertimento. Mentre un secondo prima sono rilassate, vogliose e molto provocanti.

Scompare con una bambola gonfiabile é un concetto che rende bene l'idea ma con il vantaggio che sta zitta, mentre queste qua parlano in continuazione. Potrebbero persino raccontare di quando assistono la loro nonna che si caga addosso, per capirci. Più che un problema di disistima che per carità ci sarà, é proprio che si disconnettono totalmente di testa dall'atto sessuale. Che poi per compiacere gli uomini si facciano fare di tutto é un altro discorso.

Re: Confessioni di una ninfomane che dice di essere stata anche con tipi brutti

Posted: 14 Jul 2019 16:08
by wizard
Ho provato ad aggiungere i paragrafi al post di Sfarro per renderlo più leggibile, ditemi se vi è piaciuta questa iniziativa.

Re: Confessioni di una ninfomane che dice di essere stata anche con tipi brutti

Posted: 14 Jul 2019 16:10
by L'Eremita
E, dimenticavo, chi soffre di bassa autostima, non è neanche in grado di guardare negli occhi il prossimo. Altro che scopare dopo un solo sguardo. Io per bassa autostima e depressione sono confinato nella mia camera ("I'm stuck in my fucking room because of you motherfuckers", come direbbe Jsanza) e di certo leggere queste stronzate mi fa pensare solo che starmene lontano da tutta questa incoerenza perversa travestita da malessere psicologico sia solo meglio per me e per gli altri (da 20enne quale sono,non vorrei che andando avanti, fra una ventina d'anni, diventi io l'Ed Gein italiano).

Re: Confessioni di una ninfomane che dice di essere stata anche con tipi brutti

Posted: 14 Jul 2019 16:11
by Sfarro
Scusate, non scrivo mai dal PC ma dal Cell. Comunque, anche io non visualizzo i post in paragrafi ma non mi da noia.

Re: Confessioni di una ninfomane che dice di essere stata anche con tipi brutti

Posted: 14 Jul 2019 16:20
by Dumbo
Sfarro wrote:
14 Jul 2019 16:11
Scusate, non scrivo mai dal PC ma dal Cell. Comunque, anche io non visualizzo i post in paragrafi ma non mi da noia.
Sfarro sei un ottimo utente, cerca peró di scrivere con più calma e di rileggere prima del submit

Re: Confessioni di una ninfomane che dice di essere stata anche con tipi brutti

Posted: 14 Jul 2019 16:28
by Sfarro
Inoltre, è vero che sono affamate, ma non fisicamente, ma mentalmente. In pratica non ti danno pace. Stanno in piena fase ossessiva compulsiva, dunque come finiscono con uno vanno da quell'altro, poi come finiscono con quello, tornano a provocarti ancora, così si continuo. Per fortuna a volte dormono anche loro. La prima per levarcela dai coglioni dopo tre giorni, abbiamo inscenato un teatrino e preparato i trolley dicendole che saremmo dovuti tornare a casa (eravamo studenti fuori sede), così siamo sceso tutti e tre in strada, lei é andata alla macchina e noi due siam tornati indietro. Ha preso il num di Tel anche mio, ringraziandoci in maniera affettuosa ( diciamo che prima che le partisse il click del sesso ci ho parlato un po' ed era anche una ragazza intelligente e veramente a modo, poi non so improvvisamente le scattava qualcosa e si trasformava in una vacca, non era nemmeno lontanamente la stessa persona, al contrario della seconda, la 4.5, che faceva schifo già dai modi di fare) ma un attimo dopo si scordano che esisti e vanno per la loro strada. Infatti, mai più sentita. Gli piace essere ricercate, e comunque in generale un atteggiamento molto chiuso( come ho io) con le donne brucia tantissime possibilita '. Perché alla fine, se ci pensate bene un po' tutte le donne, in certe situazioni sarebbero portate alla promiscuità. Basta prendere una ragazza apparentemente normale, metterla in erasmus e con un po' di sballo, alcol o altro, solo per far cadere l'antislut shield e metterla in una situazione di convivenza con dei fighi e scommetto che a giro se la scoperebbero tutti e in un secondo momento volendo la gangbangherebbero pure. L'unica differenza che la ninfomane la da a chi c'è in quel momento. Ed è grottesco che proprio perché la da anche ai brutti vada in terapia e scopra di essere (per questo) una donna che si odia.

Re: Confessioni di una ninfomane che dice di essere stata anche con tipi brutti

Posted: 14 Jul 2019 16:32
by RettilianoVerace
Minchia, Brutton ancora non demorde? Non si puo' cercare qualche altro posto dove farlo pascolare?