Nord-Europee a Milano.

Ed eventuali, dal calcio alla tassonomia
User avatar
Pisquano Barzotto
Acquirente entusiasta di fiale di Cesare Ragazzi
Reactions:
Posts: 547
Joined: 05 Jul 2019 20:26

Re: Nord-Europee a Milano.

Post by Pisquano Barzotto » 18 Jan 2020 19:47

Mi fanno sempre incazzare i diplomati frustrati che cercano in tutti i modi di sminuire la laurea etichettandola come perdita di tempo. Serve, ma non moltissimo in certi casi.
Buttati sulle negre amico brutto.

rossoneroforever
Amante dei viaggi in Svizzera con Marco
Reactions:
Posts: 6424
Joined: 14 Aug 2018 16:35

Re: Nord-Europee a Milano.

Post by rossoneroforever » 18 Jan 2020 19:54

Discorsi del cazzo. Avere una laurea è meglio che non averla,poi è facile che non serva comunque ad un cazzo,ma questo è un altro discorso.

Sminuire la laurea è un nonsense. Al massimo si può differenziare tra le vari rami,dove ovviamente ingegneria vale x e filosofia vale y. Ci sono un sacco di cose che è meglio avere,ma che poi non è detto servano,la garanzia non esiste. A sto punto anche avere i capelli o essere alti non serve,e non a caso qui ci sono pazzi che sostengono ciò,visto che sono alti e capelloni e si segano. Sfido chiunque a trovare qualcosa che serva sempre e comunque a prescindere.....

Poi anche la cultura personale è un valore per come la vedo io,a prescindere dai vantaggi pratici che può portare. Preferisco passare una sera con qualcuno che è piacevole ascoltare piuttosto che con il buzzurro di turno(ed essere culturalmente interessanti è comunque un vantaggio)
Alla fine è il solito discorso astruso di tarassaco che vive in un mondo tutto suo.
Last edited by rossoneroforever on 18 Jan 2020 19:57, edited 1 time in total.

User avatar
-Astragalo-
Via col mento
Reactions:
Posts: 1588
Joined: 24 Aug 2018 20:01

Re: Nord-Europee a Milano.

Post by -Astragalo- » 18 Jan 2020 19:56

differite wrote:
18 Jan 2020 19:38
-Astragalo- wrote:
18 Jan 2020 18:55

La formazione non è buona perchè esistono enti esterni i quali hanno interesse affinchè ció non avvenga. È pieno di corsi extracurriculari che vengono dipinti come la panacea di tutti i mali, ma poi si rivelano sciocchezze blande e poco qualitative, una pura esaltazione del marketing. E queste cose qui fanno girare parecchi soldi, molti di più rispetto all’ iscrizione annuale ad un ateneo.
Puó sembrare un paradosso, ma per filosofia ci dovrebbe essere un test d’ ingresso ancora più selettivo di ingegneria o medicina( per esempio ).
Questo perchè il 90% degli ingegneri trova un lavoro, mentre il 90% dei laureati in filosofia consegna le pizze. I posti universitari devono essere stabiliti senza prescindere da una minuziosa analisi delle richieste in un dato settore.
Altrimenti è troppo facile e deresponsabilizzante mettere l’ingresso libero, si incassa il cash e poi cazzi vostri se la vostra vita è fottuta. Non si puó dare sempre colpa alla gente dio cane, quando lo stato si comporta peggio della mafia.
se la gente è stupida non è che lo stato può fargli da badante, dai (oltre al fatto che nel 90% dei casi non è che una tassa universitaria rovina una famiglia), mi sembra un'utopia quello che dici.
La formazione universitaria italiana non fa tutta schifo, la stessa laurea presa in due facoltà diverse ha peso diverso, in questo mi riferisco soprattutto in ingegneria che è l'ambito dove ho studiato. Il fatto è che questa cosa non dovrebbe proprio succedere, ed è questo secondo me il problema maggiore.
No beh aspetta, è normale che una rata non rovini nessuno. Io mi riferisco ai molteplici casi in cui, dopo che una persona finisce un ciclo di studi, si ritrova a 25-26 anni ad affrontare un contesto lavorativo che è terra bruciata. Poi che cazzo fai? Ti iscrivi ad altro per finire a 30 anni inoltrati? Ammesso che la depressione non ti distrugga nel mentre. Poi sei vecchio e il mondo del lavoro è super competitivo, ad essere scartato ci si impiega un attimo. E questo deriva dalla non esperienza, non dal fatto che uno sia ritardato. Varg, ad esempio, ha deciso di fare un certo percorso per seguire le sue inclinazioni e mi auguro davvero che riesca a trovare qualcosa nella sua università, altrimenti rischia di consegnare la Margherita a qualche subumano con la terza media che guadagna più di lui.
le ossa rimangono l' unico giudice

rossoneroforever
Amante dei viaggi in Svizzera con Marco
Reactions:
Posts: 6424
Joined: 14 Aug 2018 16:35

Re: Nord-Europee a Milano.

Post by rossoneroforever » 18 Jan 2020 20:04

-Astragalo- wrote:
18 Jan 2020 19:56
differite wrote:
18 Jan 2020 19:38


se la gente è stupida non è che lo stato può fargli da badante, dai (oltre al fatto che nel 90% dei casi non è che una tassa universitaria rovina una famiglia), mi sembra un'utopia quello che dici.
La formazione universitaria italiana non fa tutta schifo, la stessa laurea presa in due facoltà diverse ha peso diverso, in questo mi riferisco soprattutto in ingegneria che è l'ambito dove ho studiato. Il fatto è che questa cosa non dovrebbe proprio succedere, ed è questo secondo me il problema maggiore.
No beh aspetta, è normale che una rata non rovini nessuno. Io mi riferisco ai molteplici casi in cui, dopo che una persona finisce un ciclo di studi, si ritrova a 25-26 anni ad affrontare un contesto lavorativo che è terra bruciata. Poi che cazzo fai? Ti iscrivi ad altro per finire a 30 anni inoltrati? Ammesso che la depressione non ti distrugga nel mentre. Poi sei vecchio e il mondo del lavoro è super competitivo, ad essere scartato ci si impiega un attimo. E questo deriva dalla non esperienza, non dal fatto che uno sia ritardato. Varg, ad esempio, ha deciso di fare un certo percorso per seguire le sue inclinazioni e mi auguro davvero che riesca a trovare qualcosa nella sua università, altrimenti rischia davvero di consegnare la Margherita a qualche subumano con la terza media che guadagna più di lui.
A questo punto però non puoi fare un'analisi senza guardare al background della persona....di solito chi studia fino a tardi è perchè se lo può permettere,perchè ha una famiglia con i soldi alle spalle(non ricca,basta che sia benestante).

Onestamente andare a fare l'operaio a 16 anni non m sembra una gran cosa,meglio fare il cazzone universitario fino a ai 30 con i soldi dei vecchi alle spalle.
Varg credo cadrà sempre in piedi dal punto di vista economico,potrà fare il letterato a tempo perso e se andrà in depressione non sarà per problemi lavorativi,ma perchè continuerà a segarsi.

C'è troppa focus sulla crisi,i soldi accumulati dalle generazioni precedenti sono ancora ben lontani dal finire. Il cazzone medio fa bene a parchieggiarsi in università,per un umano è una ambiente molto più stimolante che la fabbrica di merda.
Che poi a 30 anni guadagni di più il buzzurro con la terza media che il varg di turno è possibile,ma non sposta un cazzo. Il secondo, a partià di aspetto,avrà sempre più possiblità. Il primo rimane un troglodita che al massimo riesce a ubriacarsi al bar tutte le sere con altri trogloditi.....

User avatar
Tarassaco
Tristo mietitore di saw palmetto
Reactions:
Posts: 8556
Joined: 15 Aug 2018 21:50

Re: Nord-Europee a Milano.

Post by Tarassaco » 19 Jan 2020 15:28

rossoneroforever wrote:
18 Jan 2020 19:54
Discorsi del cazzo. Avere una laurea è meglio che non averla,poi è facile che non serva comunque ad un cazzo,ma questo è un altro discorso.

Sì, ma facendola sono potenzialmente decine di migliaia di € non guadagnati e 5 anni di contributi in meno.

Sto discorso del "è sempre un qualcosa in più" ha senso farlo su una certificazione che prendi in 2 mesi, non su un percorso di studi che dura oltre 5 anni.

Nel 2020 la cultura personale te la puoi fare in altri mille modi.

Io non sminuisco la laurea in sé, è un semplice strumento, sminuisco una fetta di laureati (anche ingegneri)
brutton wrote: I capelli li hanno tutti, tu com'è che non ce li hai?
brutton wrote: dovevo mandare una importante email di lavoro (le meme lol.. ''email di lavoro''/white collar job/ufficio/bruttostrunz le meme, lol)
per sbaglio gli ho inviato pepe honk

User avatar
Tarassaco
Tristo mietitore di saw palmetto
Reactions:
Posts: 8556
Joined: 15 Aug 2018 21:50

Re: Nord-Europee a Milano.

Post by Tarassaco » 19 Jan 2020 15:32

-Astragalo- wrote:
18 Jan 2020 19:56
differite wrote:
18 Jan 2020 19:38


se la gente è stupida non è che lo stato può fargli da badante, dai (oltre al fatto che nel 90% dei casi non è che una tassa universitaria rovina una famiglia), mi sembra un'utopia quello che dici.
La formazione universitaria italiana non fa tutta schifo, la stessa laurea presa in due facoltà diverse ha peso diverso, in questo mi riferisco soprattutto in ingegneria che è l'ambito dove ho studiato. Il fatto è che questa cosa non dovrebbe proprio succedere, ed è questo secondo me il problema maggiore.
No beh aspetta, è normale che una rata non rovini nessuno. Io mi riferisco ai molteplici casi in cui, dopo che una persona finisce un ciclo di studi, si ritrova a 25-26 anni ad affrontare un contesto lavorativo che è terra bruciata. Poi che cazzo fai? Ti iscrivi ad altro per finire a 30 anni inoltrati? Ammesso che la depressione non ti distrugga nel mentre. Poi sei vecchio e il mondo del lavoro è super competitivo, ad essere scartato ci si impiega un attimo. E questo deriva dalla non esperienza, non dal fatto che uno sia ritardato. Varg, ad esempio, ha deciso di fare un certo percorso per seguire le sue inclinazioni e mi auguro davvero che riesca a trovare qualcosa nella sua università, altrimenti rischia di consegnare la Margherita a qualche subumano con la terza media che guadagna più di lui.
Se guardiamo la situazione laureati su sto forum non siamo messi bene x niente...
brutton wrote: I capelli li hanno tutti, tu com'è che non ce li hai?
brutton wrote: dovevo mandare una importante email di lavoro (le meme lol.. ''email di lavoro''/white collar job/ufficio/bruttostrunz le meme, lol)
per sbaglio gli ho inviato pepe honk

User avatar
Tarassaco
Tristo mietitore di saw palmetto
Reactions:
Posts: 8556
Joined: 15 Aug 2018 21:50

Re: Nord-Europee a Milano.

Post by Tarassaco » 19 Jan 2020 15:35

rossoneroforever wrote:
18 Jan 2020 20:04
-Astragalo- wrote:
18 Jan 2020 19:56

No beh aspetta, è normale che una rata non rovini nessuno. Io mi riferisco ai molteplici casi in cui, dopo che una persona finisce un ciclo di studi, si ritrova a 25-26 anni ad affrontare un contesto lavorativo che è terra bruciata. Poi che cazzo fai? Ti iscrivi ad altro per finire a 30 anni inoltrati? Ammesso che la depressione non ti distrugga nel mentre. Poi sei vecchio e il mondo del lavoro è super competitivo, ad essere scartato ci si impiega un attimo. E questo deriva dalla non esperienza, non dal fatto che uno sia ritardato. Varg, ad esempio, ha deciso di fare un certo percorso per seguire le sue inclinazioni e mi auguro davvero che riesca a trovare qualcosa nella sua università, altrimenti rischia davvero di consegnare la Margherita a qualche subumano con la terza media che guadagna più di lui.
A questo punto però non puoi fare un'analisi senza guardare al background della persona....di solito chi studia fino a tardi è perchè se lo può permettere,perchè ha una famiglia con i soldi alle spalle(non ricca,basta che sia benestante).

Onestamente andare a fare l'operaio a 16 anni non m sembra una gran cosa,meglio fare il cazzone universitario fino a ai 30 con i soldi dei vecchi alle spalle.
Varg credo cadrà sempre in piedi dal punto di vista economico,potrà fare il letterato a tempo perso e se andrà in depressione non sarà per problemi lavorativi,ma perchè continuerà a segarsi.

C'è troppa focus sulla crisi,i soldi accumulati dalle generazioni precedenti sono ancora ben lontani dal finire. Il cazzone medio fa bene a parchieggiarsi in università,per un umano è una ambiente molto più stimolante che la fabbrica di merda.
Che poi a 30 anni guadagni di più il buzzurro con la terza media che il varg di turno è possibile,ma non sposta un cazzo. Il secondo, a partià di aspetto,avrà sempre più possiblità. Il primo rimane un troglodita che al massimo riesce a ubriacarsi al bar tutte le sere con altri trogloditi.....
Se uno ha la possibilità e ammette candidamente di tenere in grande considerazione il cazzeggio, allora ci sta benissino fare l'università a prescindere.

L'università avendo altre spalle genitori beta, penso sia il periodo più bello della vita di una persona. Al college americano più deve essere una cosa assurda

Se invece mi parli di carriera lavorativa ecc allora bisogna andarci piano.
brutton wrote: I capelli li hanno tutti, tu com'è che non ce li hai?
brutton wrote: dovevo mandare una importante email di lavoro (le meme lol.. ''email di lavoro''/white collar job/ufficio/bruttostrunz le meme, lol)
per sbaglio gli ho inviato pepe honk

User avatar
Tarassaco
Tristo mietitore di saw palmetto
Reactions:
Posts: 8556
Joined: 15 Aug 2018 21:50

Re: Nord-Europee a Milano.

Post by Tarassaco » 19 Jan 2020 15:41

Nena wrote:
17 Jan 2020 20:06
Nena secondo te quanto ti ha fottuto la testa il Poli?
brutton wrote: I capelli li hanno tutti, tu com'è che non ce li hai?
brutton wrote: dovevo mandare una importante email di lavoro (le meme lol.. ''email di lavoro''/white collar job/ufficio/bruttostrunz le meme, lol)
per sbaglio gli ho inviato pepe honk

User avatar
Guru
Principe dei retrusi
Reactions:
Posts: 2921
Joined: 14 Aug 2018 13:21
Location: Neo Vegeta

Re: Nord-Europee a Milano.

Post by Guru » 19 Jan 2020 15:52

Tarassaco wrote:
19 Jan 2020 15:35
rossoneroforever wrote:
18 Jan 2020 20:04

A questo punto però non puoi fare un'analisi senza guardare al background della persona....di solito chi studia fino a tardi è perchè se lo può permettere,perchè ha una famiglia con i soldi alle spalle(non ricca,basta che sia benestante).

Onestamente andare a fare l'operaio a 16 anni non m sembra una gran cosa,meglio fare il cazzone universitario fino a ai 30 con i soldi dei vecchi alle spalle.
Varg credo cadrà sempre in piedi dal punto di vista economico,potrà fare il letterato a tempo perso e se andrà in depressione non sarà per problemi lavorativi,ma perchè continuerà a segarsi.

C'è troppa focus sulla crisi,i soldi accumulati dalle generazioni precedenti sono ancora ben lontani dal finire. Il cazzone medio fa bene a parchieggiarsi in università,per un umano è una ambiente molto più stimolante che la fabbrica di merda.
Che poi a 30 anni guadagni di più il buzzurro con la terza media che il varg di turno è possibile,ma non sposta un cazzo. Il secondo, a partià di aspetto,avrà sempre più possiblità. Il primo rimane un troglodita che al massimo riesce a ubriacarsi al bar tutte le sere con altri trogloditi.....
Se uno ha la possibilità e ammette candidamente di tenere in grande considerazione il cazzeggio, allora ci sta benissino fare l'università a prescindere.

L'università avendo altre spalle genitori beta, penso sia il periodo più bello della vita di una persona. Al college americano più deve essere una cosa assurda

Se invece mi parli di carriera lavorativa ecc allora bisogna andarci piano.
Tu sai vero che per posti di lavoro di livello medio-alto spesso e volentieri una laurea(spesso con voti alti o direttamente massimo dei voti) è un requisito necessario per poter anche solo mandare un curriculum?

Perché sembra quasi che tu ignori totalmente questo aspetto eh, se vuoi fare il cassiere in banca(cosa che sta scomparendo e che non vale più la pena per ovvi motivi) serve la triennale praticamente.

Non è che una persona con capacità elevate si presenta a 18 anni da JPMorgan e loro lo assumono e formano internamente, la formazione interna può funzionare solo per gente che usa qualche programma gestionale o simile, una specie di lavoro meccanico/catena di montaggio 2.0, per cose più complesse serve un background che si può assumere solo in tempi superiori ai 2 mesi che tu decanti.

Poi ripeto se uno ha possibilità di studiare per tentare di migliorare la sua posizione perché non farlo.
Io a 19 anni ho ricevuto un'offerta di lavoro dal commercialista dove ho fatto alternanza(circa 1.2k al mese), a 21/22 post triennale mi ha chiamato una piccolissima banca(mi pare di simil investimento) per vendere i loro prodotti o cose così a poco di più dell'altro lavoro ed in entrambi i casi sarei probabilmente rimasto legato a vita a quel reddito/ruolo.
Avrei cambiato vita o svoltato rispetto ad ora? Probabilmente no, sarei sempre qua a non fare un cazzo di niente perché sarebbe uno stipendio che ti permette una libertà molto relativa, preferisco rimandare di qualche anno per aver possibilità di puntare più in alto.

Se poi va male almeno ci avrò provato, però rinunciare subito a prescindere è veramente senza senso, anche la cosa dei contributi poi se ricordo bene gli anni universitari possono essere riscattati(tralasciando che parlare di pensione ad oggi per gente di 25/30 anni è talmente aleatorio da esser quasi ridicolo lel)

Poi se tu pensi che uno possa far carriera col solo diploma in molti settori, ad oggi, ahimè sei tu l'alienato vero dalla discussione
- Il principe dei Saiyan -

User avatar
Tarassaco
Tristo mietitore di saw palmetto
Reactions:
Posts: 8556
Joined: 15 Aug 2018 21:50

Re: Nord-Europee a Milano.

Post by Tarassaco » 19 Jan 2020 16:09

Mai detto che col solo diploma fai carriera ecc, tutti ragionamenti astrusi che fai tu non li ho toccati.

Come mio fratello che seguiva il poker e diceva che i giocatori che puntavano con in mano un cazzo erano dei coglioni anche se vincevano la mano per botta di culo, non è così.

Sono 5 anni di mancati introiti e contributi (gli anni universitari non li riscatta quasi nessuno perché non conviene, giustamente direi). Se a fine corso trovi lavoro con buona retribuzione che ti appaga e tutto al quale non avresti potuto accedere senza laurea, hai fatto la scelta giusta e complimenti.

Se finisci a fare il lavoro del perito non puoi dire "dai ci ho provato" su una cosa del genere, hai perso. Vincenti e perdenti, meno relativismo, meno ipocrisia nel cercare di far passare che si cade sempre in piedi.
brutton wrote: I capelli li hanno tutti, tu com'è che non ce li hai?
brutton wrote: dovevo mandare una importante email di lavoro (le meme lol.. ''email di lavoro''/white collar job/ufficio/bruttostrunz le meme, lol)
per sbaglio gli ho inviato pepe honk

User avatar
Tarassaco
Tristo mietitore di saw palmetto
Reactions:
Posts: 8556
Joined: 15 Aug 2018 21:50

Re: Nord-Europee a Milano.

Post by Tarassaco » 19 Jan 2020 16:12

Io ho fallito su tante cose nella vita ma almeno di sta cosa posso andare fiero, mai fatto 1 giorno di lavoro sottopagato / non pagato, mai fatto uno sforzo in più che è finito poi sprecato, testa bassa tutta la vita : o neeting o lavoro decente con retribuzione decente
brutton wrote: I capelli li hanno tutti, tu com'è che non ce li hai?
brutton wrote: dovevo mandare una importante email di lavoro (le meme lol.. ''email di lavoro''/white collar job/ufficio/bruttostrunz le meme, lol)
per sbaglio gli ho inviato pepe honk

User avatar
Noodles
Via col mento
Reactions:
Posts: 1974
Joined: 15 Aug 2018 16:14

Re: Nord-Europee a Milano.

Post by Noodles » 19 Jan 2020 18:10

Il valore della laurea, un po' come quello dei soldi, è un valore relativo. Diventa massimo quando hai una vita soddisfacente e minimo quando hai una vita di merda. Trovo tristissimi i personaggi che si aggrappano alla laurea (ma si può sostituire alla parola laurea qualunque altro successo al di fuori di quello sociale/sentimentale) come forma di coping per cercare di mimetizzare la propria vita di merda. Almeno in un forum di gente redpillata questa difesa ad oltranza del successo frutto del duro lavoro penso sarebbe meglio risparmiarla.
"Una donna, tanto più dice quanto meno significa.Il picco massimo di intelligenza raggiungibile da una donna è il più completo e totale mutismo" Urlicht

Nena
Ragazzo deluso dal minoxidil
Reactions:
Posts: 7054
Joined: 14 Aug 2018 14:07
Location: Ano di Daniela

Re: Nord-Europee a Milano.

Post by Nena » 19 Jan 2020 18:11

Tarassaco wrote:
19 Jan 2020 15:41
Nena wrote:
17 Jan 2020 20:06
Nena secondo te quanto ti ha fottuto la testa il Poli?
0%, mi piace quello che ho fatto e non mi è mai pesato.

Che mi ha fotutto il cervello sono state le tempie spelacchiate, gli occhi piccoli luccicanti con forma di raviolo al vapore, il midface lungo e l'assenza di mento, nel modo più assoluto.
Conta solo la gatto genetica con la faccia larga e naso corto

ALTRI 55 ANNI SENZA GATTO GENETICA, AVANTI CON CORAGGIO

User avatar
Tarassaco
Tristo mietitore di saw palmetto
Reactions:
Posts: 8556
Joined: 15 Aug 2018 21:50

Re: Nord-Europee a Milano.

Post by Tarassaco » 19 Jan 2020 18:48

Nena wrote:
19 Jan 2020 18:11
Tarassaco wrote:
19 Jan 2020 15:41


Nena secondo te quanto ti ha fottuto la testa il Poli?
0%, mi piace quello che ho fatto e non mi è mai pesato.

Che mi ha fotutto il cervello sono state le tempie spelacchiate, gli occhi piccoli luccicanti con forma di raviolo al vapore, il midface lungo e l'assenza di mento, nel modo più assoluto.
Ho un paio di ex compagni (se anche tu sei del 94 e fai meccanica probabile che uno lo conosci pure di vista) che ho rivisto tipo 1 anno dopo che avevano iniziato il poli, prima erano persone normali poi sono diventati nevrastenici gesticolatori seriali, pieni di tic, barbetta trascurata, spettacolo crudo.
Last edited by Tarassaco on 19 Jan 2020 18:54, edited 1 time in total.
brutton wrote: I capelli li hanno tutti, tu com'è che non ce li hai?
brutton wrote: dovevo mandare una importante email di lavoro (le meme lol.. ''email di lavoro''/white collar job/ufficio/bruttostrunz le meme, lol)
per sbaglio gli ho inviato pepe honk

User avatar
Incelofanato
Principe dei retrusi
Reactions:
Posts: 2261
Joined: 05 Feb 2019 16:32

Re: Nord-Europee a Milano.

Post by Incelofanato » 19 Jan 2020 18:52

Tarassaco wrote:
19 Jan 2020 18:48
Nena wrote:
19 Jan 2020 18:11


0%, mi piace quello che ho fatto e non mi è mai pesato.

Che mi ha fotutto il cervello sono state le tempie spelacchiate, gli occhi piccoli luccicanti con forma di raviolo al vapore, il midface lungo e l'assenza di mento, nel modo più assoluto.
Ho un paio di ex compagni (se anche tu sei del 94 e fai meccanica probabile che uno lo conosci pure di vista) che ho rivisto tipo 1 anno dopo che avevano iniziato il poli, prima erano persone normali poi sono diventati nevrastenici gesticolatori seriali, pieni di tico, barbetta trascurata, spettacolo crudo.
Un mio compagno di classe al poli è dimagrito parecchio ed è diventato nw2.5 tanto che ora li tiene corti. Aspetto malaticcio, nel complesso pare abbastanza invecchiato

User avatar
Tarassaco
Tristo mietitore di saw palmetto
Reactions:
Posts: 8556
Joined: 15 Aug 2018 21:50

Re: Nord-Europee a Milano.

Post by Tarassaco » 19 Jan 2020 18:56

Incelofanato wrote:
19 Jan 2020 18:52
Tarassaco wrote:
19 Jan 2020 18:48


Ho un paio di ex compagni (se anche tu sei del 94 e fai meccanica probabile che uno lo conosci pure di vista) che ho rivisto tipo 1 anno dopo che avevano iniziato il poli, prima erano persone normali poi sono diventati nevrastenici gesticolatori seriali, pieni di tico, barbetta trascurata, spettacolo crudo.
Un mio compagno di classe al poli è dimagrito parecchio ed è diventato nw2.5 tanto che ora li tiene corti. Aspetto malaticcio, nel complesso pare abbastanza invecchiato
Il poli già tendenzialmente è una scuola di brutti, in più a quanto pare imbruttisce ulteriormente.
Quando mi capita di prendere il treno per Milano al pomeriggio settimanale tipo e si ferma a Bovisa con tutti gli studenti del poli il livello estetico medio è sotto al 4, che topastri di merda.
brutton wrote: I capelli li hanno tutti, tu com'è che non ce li hai?
brutton wrote: dovevo mandare una importante email di lavoro (le meme lol.. ''email di lavoro''/white collar job/ufficio/bruttostrunz le meme, lol)
per sbaglio gli ho inviato pepe honk

User avatar
Tarassaco
Tristo mietitore di saw palmetto
Reactions:
Posts: 8556
Joined: 15 Aug 2018 21:50

Re: Nord-Europee a Milano.

Post by Tarassaco » 19 Jan 2020 18:57

Sembra il festival dei retrusi ogni volta.
brutton wrote: I capelli li hanno tutti, tu com'è che non ce li hai?
brutton wrote: dovevo mandare una importante email di lavoro (le meme lol.. ''email di lavoro''/white collar job/ufficio/bruttostrunz le meme, lol)
per sbaglio gli ho inviato pepe honk

Nena
Ragazzo deluso dal minoxidil
Reactions:
Posts: 7054
Joined: 14 Aug 2018 14:07
Location: Ano di Daniela

Re: Nord-Europee a Milano.

Post by Nena » 19 Jan 2020 20:43

Tarassaco wrote:
19 Jan 2020 18:48
Nena wrote:
19 Jan 2020 18:11


0%, mi piace quello che ho fatto e non mi è mai pesato.

Che mi ha fotutto il cervello sono state le tempie spelacchiate, gli occhi piccoli luccicanti con forma di raviolo al vapore, il midface lungo e l'assenza di mento, nel modo più assoluto.
Ho un paio di ex compagni (se anche tu sei del 94 e fai meccanica probabile che uno lo conosci pure di vista) che ho rivisto tipo 1 anno dopo che avevano iniziato il poli, prima erano persone normali poi sono diventati nevrastenici gesticolatori seriali, pieni di tic, barbetta trascurata, spettacolo crudo.
Cé la gente che fa cosi e si fanno ammazare dallo studio.
Gente che non pranza per studiare o che si sveglia la mattina prestissimo, gente che gli escono i brufoli per lo stress sotto esame etc.
Si rovinano davvero la vita per lo studio.
Mai fatto nulla di questo, la mattina a lezione soo arrivato per 5 anni in ritardo di quasi mezz'ora perche il treno arrivava a quell ora.
Semrpe stato contrarissimo a tutto questo.
Gli ultimi due anni li ho parassitati piu che altro per principi morali.

Una scena significativa che ricordo sempre, al quarto anno mi pare (quindi gia navigati) parlavamo di palestra io e un tizio che ci va, un ragazzo davanti (uno sfigato vero secchione doc) si gira e ci guarda e fa "ma fate ingegneria e trovate il tempo per andare in palestra?" preso malissimo e serissimo lol.
Malati che vivono di studio vero, cancri da deportare.
Mi stan sul cazzo, se non sei portato dovresti farti da parte e basta.

Per il livello estetico non sono d'accordo, ci sono tanti bellocci e tante belle ragazze, in generale la maggior parte é normies.
Cé una fetta di sfigati epici sicuramente, sopratutto a certe specializzazioni un pó nerdose, ma non sono la maggioranza.
Conta solo la gatto genetica con la faccia larga e naso corto

ALTRI 55 ANNI SENZA GATTO GENETICA, AVANTI CON CORAGGIO

User avatar
Tarassaco
Tristo mietitore di saw palmetto
Reactions:
Posts: 8556
Joined: 15 Aug 2018 21:50

Re: Nord-Europee a Milano.

Post by Tarassaco » 19 Jan 2020 20:53

Nena wrote:
19 Jan 2020 20:43
Tarassaco wrote:
19 Jan 2020 18:48


Ho un paio di ex compagni (se anche tu sei del 94 e fai meccanica probabile che uno lo conosci pure di vista) che ho rivisto tipo 1 anno dopo che avevano iniziato il poli, prima erano persone normali poi sono diventati nevrastenici gesticolatori seriali, pieni di tic, barbetta trascurata, spettacolo crudo.
Cé la gente che fa cosi e si fanno ammazare dallo studio.
Gente che non pranza per studiare o che si sveglia la mattina prestissimo, gente che gli escono i brufoli per lo stress sotto esame etc.
Si rovinano davvero la vita per lo studio.
Mai fatto nulla di questo, la mattina a lezione soo arrivato per 5 anni in ritardo di quasi mezz'ora perche il treno arrivava a quell ora.
Semrpe stato contrarissimo a tutto questo.
Gli ultimi due anni li ho parassitati piu che altro per principi morali.

Una scena significativa che ricordo sempre, al quarto anno mi pare (quindi gia navigati) parlavamo di palestra io e un tizio che ci va, un ragazzo davanti (uno sfigato vero secchione doc) si gira e ci guarda e fa "ma fate ingegneria e trovate il tempo per andare in palestra?" preso malissimo e serissimo lol.
Malati che vivono di studio vero, cancri da deportare.
Mi stan sul cazzo, se non sei portato dovresti farti da parte e basta.

Per il livello estetico non sono d'accordo, ci sono tanti bellocci e tante belle ragazze, in generale la maggior parte é normies.
Cé una fetta di sfigati epici sicuramente, sopratutto a certe specializzazioni un pó nerdose, ma non sono la maggioranza.
Quello che fa meccanica, pur essendosi visivamente rovinato pure lui, era uno molto bravo e capace, secondo me farà grandi cose.
L'altro fa ingegneria elettrica os imili, non un somaro completo ma nemmeno uno sopra la media, entrato per il rotto della cuffia, non so se poi si è messo in carreggiata ma dubito che quando uscirà farà grandi cose.

Altro tizio che alle superiori andava abbastanza bene è entrato ad aerospaziale mi pare, ha ripetuto il primo anno 2 volte poi non so più che fine abbia fatto.
brutton wrote: I capelli li hanno tutti, tu com'è che non ce li hai?
brutton wrote: dovevo mandare una importante email di lavoro (le meme lol.. ''email di lavoro''/white collar job/ufficio/bruttostrunz le meme, lol)
per sbaglio gli ho inviato pepe honk

User avatar
MarcioDentro
Via col mento
Reactions:
Posts: 1103
Joined: 14 Aug 2018 21:16
Location: Scalzo in una valle di chiodi

Re: Nord-Europee a Milano.

Post by MarcioDentro » 19 Jan 2020 23:27

Bello passare dalle fighette a discorsi ridondanti su ingegneria.

Tanto spaccarsi di studio è inutile, ha ragione Nena, la vita è una merda e tutta la fatica del mondo per fare carriera non potrà mai darti la serenità.
Io baratterei tutti i miei anni di studio e di lavoro per vivere da persona normale.
"L'unica certezza della mia vita non è la morte, per quanto ne so fra 60 anni potrebbero aver inventato un modo per cambiarti gli organi, curare il cancro e annullare l'invecchiamento, quindi renderti immortale.
Quindi l'unica certezza della mia vita è che non scoperò mai più, MAI PIÙ!!!"

Post Reply